L'accusa della Procura contro gli autori della Rissa

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari è chiara nell’ imputare il tentato omicidio per alcuni autori della rissa successa giorni fa. Il fatto è accaduto nel piazzale della chiesa della Madonna delle Grazie in Via Nazionale di Corigliano Rossano. Quattro persone, di cui due bulgari e due rumeni si prendevano a palate di sangue causando una vera rissa. Alcuni di questi usavano il collo della bottiglia di vetro per inferire contro l’avversario lesionando il collo ed altri parti del corpo. Due bulgari sono finiti ai domiciliari. Mentre un rumeno è stato tradotto in carcere, finito ai domiciliari. L’altro rumeno per essersi costituito ai carabinieri è rimasto libero. Pare che la Procura accusa di tentato omicidio i due rumeni di cui uno è proprio libero. L’avvocato vorrebbe sminuire l’accusa sostenendo che le lesioni sono successo durante un rissa. Quindi durante una lite non si potrebbe uccidere, oppure tentare di uccidere secondo detta tesi che si parla in giro. L’accusa della Procura contro gli autori della Rissa

Movimento per l'Italia
Movimento per l’Italia